Visualizza il menu
Ricerca corsi
Per l'anno 2012/2013 si tiene il corso di laurea magistrale in lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale, presso l'università suor orsola benincasa, Napoli.
 

Il corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale intende disegnare una figura di alto profilo professionale, di riconosciuto livello internazionale.

 

Il laureato sarà in grado, nelle lingue prescelte: a) di intendere e interpretare agevolmente comunicazioni complesse, di decodificarne i contenuti, di individuare e controllare i lessici specialistici; b) di produrre testi orali e scritti coerenti, attagliati a diversi orizzonti di attesa e quindi in diversi registri stilistici; c) di riassumere testi articolati, scrivere relazioni e recensioni di carattere professionale o letterario; d) di utilizzare in maniera adeguata i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

 

Discipline quali la Sociolinguistica, in particolare nel suo aspetto legato all'interazione, la Storia delle istituzioni politiche, il Diritto dell'Unione Europea e le letterature straniere rappresentano, accanto alla preparazione linguistica, i fattori fondamentali di una formazione completa, poliedrica e aggiornata, adatta a rispondere alle richieste di una pratica sempre più intensa di scambi internazionali nel mondo della cultura e del lavoro.

 

Al laureato viene garantita una solida conoscenza dei temi politico-sociali internazionali, delle storie e delle culture delle aree connesse alle lingue prescelte, e una buona conoscenza delle discipline economiche e giuridiche che regolano i rapporti tra stati e tra istituzioni.

 

Agli insegnamenti ufficiali si affiancano mirate e complementari attività laboratoriali, tra le quali si segnala il laboratorio di semantica storica "Le parole dell'Europa", concepito per rispondere alla domanda di senso retrospettivo che viene dalle nuove generazioni di studenti, attratti dai linguaggi più avanzati, ma anche in ascolto delle "voci che vengono da lontano", vale a dire della cultura classica, matrice della cultura europea.

 

I laureati saranno così messi in grado di acquisire la necessaria competenza metalinguistica circa la struttura e funzione delle lingue studiate, nella relazione geo-storica che le connette, sullo sfondo della koinè costituita dalla cultura greco-latina che ha posto i fondamenti dell'identità europea e occidentale in quanto comunità discorsiva e immaginario comune.